Piegarsi alla Ragion di Stato

Mi sono molto divertito a leggere i post dei “Renziani”, categoria molto più prolifica dei famosi “conigli” citati da Papa Francesco, che hanno gioito dell’accordo di Governo tra Tsipras e il partito Aneksartitoi Ellines (Greci indipendenti), un gruppo della destra nazionalista.

La loro esultanza è pienamente giustificata per aver visto applicata, anche se in un altro contesto, la scelta del proprio leader Renzi di governare con “l’aiutino da casa” della Destra.

Premetto che mi non convince del tutto la scelta di entrambi, ma stando da casa dietro un Pc la vita ha sempre dei colori chiari e definiti.

Nella realtà, invece, la “Ragion di Stato” e la determinazione di raggiungere precisi traguardi favoriscono la percezione delle tante sfumature dei colori.

E con certi numeri dinanzi agli occhi, forse a Tsipras il nero non gli fa poi così tanta paura…

atene(Da “Il Venerdì di Repubblica”)

Se poi osservo i danni che ancora oggi sta producendo la “Non scelta” del Movimento 5 Stelle, mi interrogo seriamente sull’utilità delle decisioni integraliste…

Però bisogna essere “Onesti Intellettualmente” e non “Arrampicatori di specchi”, per comprendere che i presupposti della scelta di Tsipras sono differenti da quelli di Renzi.

Mentre Tsipras ha avuto un pieno mandato elettorale, Renzi non è mai stato eletto e governa grazie ad “una congiura di Palazzo”.

Inoltre, i programmi di Tsipras sono a conoscenza di tutti, invece quelli di Renzi sono in parte occultati (vedi “Patto del Nazzareno”) e il resto in costante fase di “aggiornamento” (vedi le tante dichiarazioni del passato smentite poi nei fatti).

Alla fine, come sempre, il Tempo sarà Galantuomo ed una scheda elettorale sarà un Arbitro imparziale.

Piegarsi alla Ragion di Statoultima modifica: 2015-01-27T14:43:19+00:00da eug-martello64
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento